Le migliori associazioni a difesa dei consumatori

Le migliori associazioni a difesa dei consumatori – Ciascun cittadino, chi più, chi meno, acquista un bene o un servizio. In questo senso siamo tutti consumatori.

Il più delle volte che ci accingiamo ad acquistare qualcosa, abbiamo a che fare con un commerciante ma spesso si ha a che fare con aziende che forniscono un servizio. In ogni caso stiamo ottenendo qualcosa a fronte di un pagamento.

Fortunatamente quasi sempre abbiamo di fronte una persona che applica correttamente le regole basilari che stanno alla base di questo scambio, fornendoci quanto da noi richiesto corrispondente a ciò che è stato pattuito.

Molte altre volte, invece, ci si trova di fronte a comportamenti scorretti sino ad arrivare anche a comportamenti truffaldini o vere e proprie truffe.

Le scorrettezze consistono spesso nel fornire una merce non conforme a quanto desiderato oppure nell’apposizione in un contratto di postille celate e vessatorie nei confronti del consumatore di cui questi non si avvede fino a quando non si trova in una certa situazione specifica per la quale la norma vessatoria si attiva.

I consumatori hanno bisogno di un appoggio, di qualcuno che prenda in carico il problema e dia orientamento rispetto all’azione da intraprendere al fine di tutelarsi.

Sono nate per questo le   Associazioni di tutela dei consumatori. Molte di queste sono presenti a livello nazionale ma negli anni sono proliferate a dismisura Associazioni locali.

Le Associazioni di tutela dei consumatori devono rispondere ai requisiti previsti dal Codice del Consumo e provvedere a dare supporto orientativo e legale ai propri associati. La maggior parte delle Associazioni dei consumatori sono nate nella seconda metà degli anni ’80 e contano oggi moltissimi associati.

La maggior parte delle Associazioni dei consumatori si occupano di specifici settori, come, ad esempio, l’ADUSBEF che si occupa del comparto bancario e finanziario mentre altre sono più generaliste.

Occorre essere accorti rispetto a quelle locali che offrono meno garanzie di affidabilità rispetto alle associazioni nazionali maggiormente conosciute.

Le associazioni che contano più associati a livello nazionale sono Altroconsumo, Federconsumatori, Codacons, Adoc, Lega Consumatori e altre. 

Una via per la tutela dei consumatori, quando un numero considerevole di questi è stato oggetto di ingiustizia, è l’avvio di Class Action, ossia l’azione legale di tutela intentata dall’associazione in rappresentanza di molti, in luogo di molte azioni legali singole che risulterebbero dispersive e dagli esiti incerti, affidando ad una pluralità di giudici il giudizio su uno stesso fatto interessante più consumatori.

Le associazioni più serie chiedono soltanto una quota associativa rendendo il loro servizio di tutela gratuito per i loro utenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *