Bambini e cani, come educarli alla convivenza

Molto spesso, quando si aspetta un bambino e si ha un cane in casa, possono sorgere diverse domande su come sarà il loro rapporto, se ci sono pericoli e come fare a farli andare d’accordo. Di contro, se è il bambino a chiedere a mamma e papà un cucciolo, bisogna pensare a come fare a far comprendere al piccolo che il cane non è un giocattolo, e allora vediamo qualche suggerimento per far convivere al meglio bambini e cani.

Se abbiamo un cane in casa e un figlio in arrivo

Prima di tutto bisogna considerare che tipo di cane abbiamo in casa, ma non solo per l’indole, quanto per la stazza. Il cane è il riflesso dell’educazione che gli viene impartita dal suo padrone, quindi se abbiamo abituato il cane a un comportamento docile, non avremo problemi. Dal punto di vista prettamente pratico, invece, dobbiamo far capire al cane che il nuovo arrivato non è una minaccia, che nessuno gli toglierà il suo posto all’interno della famiglia perché, cari genitori, anche i cani possono essere gelosi, esattamente come un fratello maggiore.

Una volta portato a casa il bambino dall’ospedale, non dobbiamo fare altro che farlo annusare dal nostro amico peloso, facciamoglielo conoscere, ma sempre sotto la nostra stretta vigilanza. In genere, anche i cani più grandi riescono da subito a considerare il neonato parte del branco, logicamente se il cane è grosso facciamo attenzione che non vada a coricarsi nella culla del bambino!

Se abbiamo un figlio e adottiamo un cane

cane e bambinoSe abbiamo già un bambino e decidiamo di adottare un amico peloso, dobbiamo far capire al bambino che il cucciolo, ma anche il cane adulto, non è un giocattolo. Se prendiamo un cucciolo dobbiamo insegnare al bambino che il cane, involontariamente, può fargli del male, magari mordendolo per gioco. Se stiamo attenti, però, può nascere davvero una bella amicizia. Se il cane è già adulto, invece, possiamo insegnare al bambino a prendersene cura.  Invitiamolo a portarlo a spasso, quindi a controllare se il guinzaglio è in ordine o a fargli indossare un paraorecchie cocker o una capezzina per non tirare, a seconda della razza naturalmente.

Un’amicizia speciale

Tra i due, in breve tempo, s’instaurerà un’amicizia speciale, il bambino porterà sempre con sé, anche quando il cane non ci sarà più, il ricordo di quell’amico a quattro zampe e saprà sempre rapportarsi nel modo corretto con gli animali, sviluppando una sensibilità che gli sarà utile su tutti i fronti, anche quando sarà adulto.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *