Comitato Contro la Violenza alle Donne di Viterbo

Curriculum Vitae

Il comitato contro la violenza alle donne è nato nel 1998 a Viterbo per sostenere una ragazza, all’epoca dei fatti minorenne, che subì violenza fisica e psichica.

2000
Nel dicembre 2000 costituzione dell’Associazione denominata “ERINNA – donne contro la violenza alle donne”. Erinna è il nome di una poetessa greca morta appena diciannovenne, vissuta verso la fine del quarto secolo presso Rodi. Abbiamo trattato casi di maltrattamenti in famiglia, casi di molestie sul lavoro, casi di stupro.Prive di una sede, nonostante la legge della Regione Lazio 64/93 imponga agli Enti Locali l’attivazione di centri antiviolenza(almeno uno in ogni capoluogo di provincia), le volontarie hanno incontrato le donne nei bar, ai giardini pubblici, sono andate a casa loro.

2001
E’ stato un anno di costruzione per l’associazione. Ha visto impegnate le socie/volontarie a tessere relazioni, sia a livello locale sia con altri centri antiviolenza della regione e del resto d’Italia, per supportare le donne e a tentare invano di avere una sede. Si sono organizzate per l’iscrizione all’Albo delle associazioni della Regione Lazio e hanno partecipato ad iniziative pubbliche.

2002
Erinna è stata partner, nel progetto europeo “Daphne”, di donne degli Istituti di Pari Opportunità di città spagnole, parte e promotrici di un progetto della Provincia per un corso di formazione per costituire la rete delle professionalità che vengono in contatto con la violenza (ASL, assistenti sociali, psicologi, ginecologi, tutori dell’ordine, avvocati) l’associazione doveva avere un ruolo di supporto e doveva essere a sua volta supportata per la costruzione di un osservatorio permanente sul fenomeno; il progetto si è arrestato nella sua fase di studio per ragioni dovute a problemi di finanziamento, ma resta una valida proposta che potrà riavviarsi superati gli ostacoli burocratici.

2003
Presentati progetti sui diritti e sulla prevenzione alla violenza alla Regione Lazio e alla provincia di Viterbo, la cui elaborazione ha creato l’occasione per venire a contatto con altre associazioni, con le mediatori culturali della Provincia di Viterbo e con realtà che si riveleranno utili per la realizzazione degli intenti statutari, i quali prevedono un percorso di cambiamento culturale nel rapporto tra i sessi. Presi contatti con un gruppo di teatro amatoriale locale, con un fotografo e con un’associazione culturale cinematografica per produrre mostre e testi in modo da arricchire le iniziative e di adempiere gli intenti statutari.

2004
Presentato il progetto “Diversamente abili Diritti differenti”, in parte finanziato dalla Provincia di Viterbo. Avuti i contatti per la formazione di un gruppo, formato anche da giovani ragazze straniere, per realizzare “spettacoli di strada”. Elaborato un “progetto” che prevede, tramite la ricerca storica popolare, la valorizzazione di luoghi culturalmente trascurati nel territorio. Programmato corso di formazione per l’accoglienza a donne maltrattate, rivolto alle socie e aperto a tutte le donne interessate, di quattro seminari ed effettuato i primi due incontri che hanno avuto un’ampia partecipazione, soprattutto di giovani donne.

2005
Ultimato il programma del corso di formazione per l’accoglienza a donne maltrattate con il terzo ed il quarto seminario. Partecipazione all’organizzazione di un convegno (in cui eravamo relatrici) ed una mostra fotografica per la manifestazione del comune di Viterbo “Femminile Singolare” in occasione dell’otto marzo. Partecipazione, a Bologna, al seminario internazionale di presentazione e discussione del “manuale europeo per l’apertura e la gestione di un Centro antiviolenza” nato dalla collaborazione dei centri antiviolenza europei e finanziato dalla Comunità Europea. Partecipato al corso per la progettazione europea promosso da SPES. Iniziato una ricerca storica su episodi di processi per stregoneria, che possano essere accaduti nel territorio viterbese, per trarne delle pubblicazioni e iniziative di interesse culturale e di elaborazione sul sapere delle donne. Progettato un evento su cultura e cibo (come sapere e cura delle donne) che intrecci culture di nazionalità diverse. Partecipazione con banchetto informativo alla manifestazione “città a colori” promossa dall’associazione “Viterbo con amore” e a diverse partecipazioni ad iniziative locali. Frequentato il corso di informatica di base programmato dal CESV.

2006
Terminato il corso di informatica del CESV. Partecipazione alla manifestazione della consulta studentesca “Arte e Creatività” dal titolo “Frontiere”. Inizio di collaborazione per una ricerca sul disagio e le povertà nel territorio viterbese, ricerca pubblicata in un volume a cura della Caritas. nel mese di marzo è stata inaugurata la sede e il centro antiviolenza. L’apertura del “Centro” ha evidenziato il fenomeno: fino alla fine dell’anno più di una donna a settimana è stata accolta e supportata. A settembre è iniziato il “corso di formazione per l’accoglienza di donne maltrattate”. Progetto per l’assegnazione di ragazze del servizio civile. Attivato il primo gruppo di auto aiuto. Attivate relazioni con la questura, il servizio materno infantile, assistenti sociali dei distretti, ginecologhe dei distretti e del presidio ospedaliero. Relazione con la consulta studentesca delle scuole superiori. Collaborazione con l’UPTE, università per tutte le età, di Viterbo. Presentato all’assessorato alla cultura del comune di Viterbo un progetto per la proiezione di un ciclo di film sulle diversità. il progetto per la gestione di case rifugio. Giornata mondiale contro la violenza alle donne (25 novembre) proiettato un film sull’infibulazione in collaborazione con l’UPTE e Amnesty International. Partecipato all’incontro con donne palestinesi organizzato dalle donne della CGIL di Viterbo. Partecipato agli incontri nazionali della Rete dei Centri Antiviolenza, all’incontro con la Ministra per le Pari Opportunità, a convegni e seminari nazionali. Costituzione di parte civile nei processi, accolte in un processo per stupro, prima esperienza a Viterbo. Collaborazione per la stesura di un libro sulla violenza dell’associazione “Controparola” di Roma.

2007
Terminato il corso di formazione. Sono state inserite 8 volontarie all’accoglienza; altre saranno in rete sul territorio. Partecipato al 1°convegno nazionale sulla violenza di genere del CEPIS – Stupro e violenza coniugale -. Attivata la collaborazione con una psicologa esperta in lavoro con le donne nelle case rifugio. Costituzione di parte civile in due processi, in uno non siamo state accettate. Docenti nel corso “Eva e le altre” : letture e interpretazione di genere di figure di donna mitiche e fondanti della nostra cultura, in collaborazione con l’UPTE. Partecipato alla formazione del coordinamento regionale dei centri e partecipato agli incontri della rete nazionale a Palermo e a Firenze. Partecipazione con banchetto informativo e di sottoscrizione alla manifestazione “S.Pellegrino in fiore” (Viterbo) con la consigliera di Parità. Partecipato alla presentazione del libro Disagio nella provincia di Viterbo di “Viterbo con Amore”(a Erinna è dedicato un capitolo). Parte della delegazione della Rete nazionale all’incontro con on. Maura Cossutta delegata della ministra Turco, sulla proposta di formazione del personale sanitario. Partecipato al Convegno “Migranti e violenza” a Bologna. Attivato la Supervisione per le operatrici. Attivato il Coordinamento donne del territorio per sostenere il Centro. Relatrice per l’apertura della rassegna di arte moderna “A©cenni di contemporaneo” 4° edizione – Civitella d’Agliano (Vt). Partecipazione al Convegno sullo “Stalking” a Roma . Partecipazione alla trasmissione televisiva “W l’Italia…diretta” RAI 3. Progetto per il servizio civile con il CESV. Presentato il Centro antiviolenza e le modalità di intervento al corso per sole donne di “Tecnico d’impresa per la gestione di rifugi” dell’assessorato alla Formazione della provincia di Viterbo. Partecipazione con banchetto informativo e sottoscrizione per Erinna nella manifestazione per il Patrono di Nepi (Vt). Partecipazione con banchetto informativo e intervento su il Centro antiviolenza e l’associazione Erinna nell’ambito della festa delle associazioni di S.Michele in Teverina (Civitella d’Agliano-Vt). Corsi interni per le volontarie sull’aspetto legale nell’accoglienza. Curato un piccolo volume sul Centro antiviolenza che sarà pubblicato. Partecipazione a: Il laboratorio di studi femministi Anna Rita Simeone”Sguardi sulle differenze” organizza “InterGenerAzionalMente” tre tavole rotonde su LAVORO, POLITICA, SESSUALITÀ al Teatro della Casa dello Studente – Via Cesare de Lollis, 20 – Roma. Corso “La stregoneria” anno 2007/2008, in collaborazione e presso l’UPTE. Organizzazione di una serie di eventi nella settimana del 25 novembre per la giornata internazionale contro la violenza alle donne.

2008
Tre interventi al magistrale S.Rosa di Viterbo sulla violenza di genere. Partecipazione con banchetto informativo a Vetralla manifestazione “la città a colori” di “Viterbo con amore”. Incontri della Rete Nazionale e del coordinamento regionale. Relazione con dibattito su i miti e il genere femminile a Blera. Corso di progettazione per il Servizio civile nazionale c/o il CESV. Convegno “vie di uscita” (tratta) a Viterbo, partecipazione alla tavola rotonda di chiusura dei lavori di “vie di uscita” a Roma. Organizzazione manifestazione 8 marzo con gruppi di donne del territorio. Finanziamento Pangea-ong per un progetto con tre obiettivi, collaborazione per interviste con settimanale “Donna Moderna”. Interviste e collaborazione a riviste e giornali cartacei e on line. Partecipazione al tavolo del consiglio della Prefettura di Viterbo. Partecipazione alla conferenza, presso la Prefettura di Viterbo, con gli alunni del 4°AP dell’Istituto s.Rosa di Viterbo, per la presentazione del loro lavoro su “Differenze di genere e Violenza sulle donne”. Partecipazione al convegno sulla violenza di genere nel mondo – Università della tuscia. Partecipazione al convegno sulle mutilazioni genitali femminili – Parsec. Tre interventi al liceo psico-pedagogico di Bassano Romano. Docenti al corso UPTE – Il corpo femminile. Avvio di due corsi di formazione per volontarie presso il centro antiviolenza. Esperte per lo sportello contro la violenza on line di Pangea. Fondatrici dell’associazione nazionale dei Centri D.i.Re e membro del consiglio nazionale in rappresentanze del Lazio fino a luglio 2010.
2009

Ricevuto “premio Fardo”- riconoscimento al lavoro dell’associazione. Progetto“cultura di genere, un genere di cultura” 8 incontri formativi presso liceo pedagogico di Bassano Romano e 6 presso il liceo pedagogico di Viterbo. Attivato progetto “una psicologa al Centro”. Partecipazione al convegno “Violenza no grazie” del coordinamento donne CISL a Viterbo. Partecipazione a trasmissione in diretta di Radio Verde a Viterbo. Organizzazione di rappresentazione teatrale per le/gli studenti. Relatrici presentazione del libro “donne invisibili…” in collaborazione con Italia-Nicaragua a Viterbo. Organizzatrici e Relatrici del seminario “le Fate” a Bracciano. Organizzatrici e Relatrici della giornata per la “staffetta UDI” a Viterbo con incontro con le classi dell’istituto Savi di Viterbo . Partecipazione a Consigli Nazionali e assemblee D.i.Re. Inizio lavori per pubblicazione libro sull’attività del centro.Attivato sportello on line di Pangea, Erinna tra le esperte per le risposte su la violenza di genere – Due incontri formativi ai/lle ragazzi/e del servizio civile presso il CESV di Viterbo. Formatrici per due corsi formazione per volontarie del centro antiviolenza. Attivazione del gruppo di elaborazione “piccole donne” e del gruppo auto aiuto donne. Partecipazione della “giornata a colori” di “Viterbo con amore” a Vetralla. Presentazione e inizio del progetto LeiNoiLoro- formazione alla rete territoriale, capofila la Provincia di Viterbo, Erinna formatrice del progetto. Partecipazione a seminario provinciale sulla violenza di genere a Viterbo. Partecipazione al corso formativo della regione Umbria “mai più violenza”. Partecipazione alla festa della scuola S.Rosa da Viterbo per chiusura dell’anno scolastico. Relatrici al convegno “Dal conflitto al confronto –gestione dei conflitti e tecniche di mediazione”a Pisa. Partecipazione a Bagnaia convegno sullo stalking . UPTE docenti al corso “Donne mostro”. Adesione a campagna CEDAW. Partecipazione al corso sulla sicurezza c/o il CESV. Relatrici presentazione libro “L’amore crudele”di Silvana Mazzocchi e Patrizia Pistagnesi invito dell’associazione Fab(b)rica delle donne di Fabrica di Roma. Manifestazione nazionale per 25 novembre –giornata internazionale contro la violenza alle donne. Manifestazione a Montalto di Castro – contro stupro di gruppo. Partecipazione al convegno su Immigrazione e Mediazione culturale –Prefettura di Viterbo. Relatrici presentazione del libro “donne invisibili…” in collaborazione con Italia-Nicaragua a Vetralla. Giornata di condivisione e confronto con le donne del centro.

2010
Partecipazione a consigli nazionali, assemblee e coordinamenti regionali di D.i.Re. Conduzione dei gruppi organizzati dal Centro. Partecipazione al consiglio territoriale per i migranti c/o Prefettura; convegno CEDAW – Bologna; Convegno su violenza provincia di Viterbo; docenza corsi “donne mostro” e “gli amanti figure di relazione” presso UPTE di Viterbo; incontro con studenti al centro antiviolenza; presentazione libro “donne al centro” di Erinna; Docenze a studenti s.rosa Viterbo per progetto “cultura di genere..”; relatrici x presentazione libri di Giuliana Sgrena e Pina Sardella – Arci-AUCS Viterbo; Consigli Territoriali per i migranti Prefettura Viterbo; lezione a confronto con ragazze e ragazzi di ACR (Azione Cattolica) –Capranica. Partecipazione al tavolo per progetto prevenzione violenza Civita Castellana. Relatrici per “quando, come , perché” Guida per servizi sociali – convegno consulta femminile regione Lazio – Viterbo. Partecipazione a presentazione “microcredito” – Provincia di Viterbo. Civita Castellana incontro con assessora servizi sociali per progetto rete distrettuale per prevenzione violenza.Partecipazione a Piano di Zona Nepi. Convegno INAIL su sicurezza di genere. Presentazione libro “Donne al Centro” di Erinna a Bolsena. Partecipazione al corso sulla progettazione CESV. Giornata di supervisione a operatrici del centro antiviolenza Orvieto. Partecipazione a Convegno tyrris su affido condiviso- Viterbo. Docenza c/o istituto Ivan Rossi di Civita Castellana. Partecipazione al convegno “perché la violenza non abbia più casa” – Roma. Conferenza sulle donne etrusche – Vetralla. “Officina della genitorialità” tavola rotonda – associazione “Oltre il conflitto” Viterbo. Conferenza stampa D.i.Re. associazione nazionale dei centri antiviolenza – Roma. Presentazione del libro “Donne al Centro” di Erinna – Fabrica di Roma. Convegno AIAF “stalking e violenza tra le mura domestiche” c/o camera penale di Viterbo. Intervista a quotidiano locale. Incontro con sindaco di Canepina per iniziativa con le scuole e con la cittadinanza.

2011
Presentazione del libro “Donne al Centro” a Civitella d’Agliano, Acquapendente, Ronciglione (Vt) e a Viterbo all’interno della manifestazione culturale “Caffeina”.
Docenza corso “gli amanti figure di relazione” presso UPTE di Viterbo; Docenza percorso formativo c/o istituto Ivan Rossi di Civita Castellana e liceo psicopedagogico S.Rosa di Viterbo. Assemblea degli/lle studenti liceo scientifico Colasanti di Civita Castellana –relazione su “il corpo delle donne:mercificazione, le immagini come educazione di massa. Dignità e rappresentazione di sé”. 13 febbraio organizzazione e partecipazione manifestazione “se non ora quando” – Viterbo. 14 febbraio manifestazione e sit-in in sostegno del centro antiviolenza Erinna –Viterbo. 8 marzo “il corpo delle donne-riflessione, elaborazione, indignazione”- c/o CESV Viterbo. 17 marzo organizzazione e partecipazione iniziativa “unità d’Italia…se non ora quando. Le donne nel Risorgimento” – c/o Camera del Lavoro Viterbo. . 28/03 Intervento in diretta telefonica a “Buongiorno Italia” Tg- RAI 3 –partecipazione ad assemblee nazionali D.i.Re. Partecipazione alla giornata seminariale UNAR c/o provincia di Viterbo. Banchetto informativo 1° maggio giornata del lavoro. Partecipazione con banchetto informativo iniziativa “Giornata a colori” a Viterbo. Partecipazione “caccia al Tesoro”…trova le associazioni a cura del CESV. Intervento all’iniziativa del CIF a Caprarola. Accoglienza al Centro a 30 ragazzi/e volontari/e europei per uno scambio culturale. . Incontri con cittadini e cittadine per la situazione critica del Centro. partecipazione a incontri regionali per piano d’azione contro la violenza di genere. Partecipazione e intervento a manifestazione popolare per il centro antiviolenza Erinna. Intervista in diretta a Radio Popolare. Incontro con assessore Forte c/o Pisana su chiusura Centro Erinna . Intervista per TG3 rai-regione. Partecipazione alla conferenza stampa dei Facchini di S. Rosa. 23-24-26 agosto partecipazione con banchetto informativo alle “cene dei Facchini di S.Rosa”. Partecipazione al seminario formativo di autobiografia per donne che hanno subito violenza presso la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (Ar) – Partecipazione al convegno internazionale sulla violenza di genere di WAVE – Roma. Docenti al corso formativo per aprire lo sportello antiviolenza a Rieti. Giornata di formazione per un gruppo di 10 operatrici per lo sportello di Rieti. Docenza corso “gli amanti figure di relazione” presso UPTE di Viterbo-secondo anno-. Avvio corso di formazione sulla metodologia di accoglienza alle donne vittime di violenza per volontarie di uno sportello informativo a Tarquinia.